il miglior terriccio per orto e giardino fai da te

Terriccio per Orto e Giardino – Scegliere e Modificare i Terricci per Piante

Terriccio per Orto e Giardino – Guida alla scelta

Per preparare la terra per orto e giardino con composti diversi a seconda delle singole varietà di piante che si desidera coltivare si usano varie specie di terriccio.

Tutti questi terricci sono di origine animale o vegetale, sono ricchi di sostanze organiche e di humus e in stato di perfetta decomposizione; è necessario almeno un anno per raggiungere il grado di decomposizione voluto.

Un giardiniere previdente ha sempre una riserva di terricci, che conseva in un luogo sciutto e fresco, in modo da averli a portata di mano per ogni evenienza.

Tali terricci vengono usati anche per correggere la comune terra di giardino, che di per sé non è adatta alla coltura in vaso, alla semina e ai trapianti. I più importanti tipi di terriccio sono:

a) Terricci di erica o di brughiera

E’ formato dalla decomposizione di Eriche, Ginestre, Felci e dalla terra che si trova nelle immediate vicinanze di queste piante: esso è completamente acido, cioè non calcareo;

b) Terricci di foglie

E’ formato dalla decomposizione di foglie morte: si trova nei boschi dove forma un denso tappeto sotto gli alberi; è particolarmente ricco di sostanze organiche, costituisce un humus eccellente, è completamente acido ed è tra i terricci migliori;

c) Terricci di castagno

E’ formato dai detriti di legno decomposti e da altre sostanze organiche: si trova al pedale dei vecchi alberi di Castagno, nei tronchi morti e nelle cavità delle ceppaie; molto leggero di peso, non ha però gran valore; era molto usato un tempo, sopratutto per la cultura di Rhododendron, Azalea e Camellia, oggi soppiantato dalla terra d’erica e torba anche perché se è difficile procurarsi questo tipo di terriccio direttamente, ancora più difficile è trovarlo in commercio;

d) Terricci di sfagno

E’ formato dal tipo di Muschio chiamato appunto sfagno, in stato di completa decomposizione; è il terriccio ideale per composti leggeri e porosi, particolarmente adatto per la coltivazione di Orchidee e di Felci;

e) Terricci di torba

E’ costituito da vecchia torba in avanzato stato di decomposizione; è estremamente leggero di peso, molto fibroso ed eccellente per la coltivazione delle piante che appartengono alla famiglia delle Ericaceae.

La torba si forma dalla decomposizione in acqua di sostanze vegetali e perciò si trova in terreni paludosi o in zone che in epoche remote erano sommerse.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

    This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.