Terriccio per Orto e Giardino – Scegliere e Modificare i Terricci per Piante

il miglior terriccio per orto e giardino fai da te

Terriccio per Orto e Giardino – Guida alla scelta

Per preparare la terra per orto e giardino con composti diversi a seconda delle singole varietà di piante che si desidera coltivare si usano varie specie di terriccio.

Tutti questi terricci sono di origine animale o vegetale, sono ricchi di sostanze organiche e di humus e in stato di perfetta decomposizione; è necessario almeno un anno per raggiungere il grado di decomposizione voluto.

Un giardiniere previdente ha sempre una riserva di terricci, che conseva in un luogo sciutto e fresco, in modo da averli a portata di mano per ogni evenienza.

Tali terricci vengono usati anche per correggere la comune terra di giardino, che di per sé non è adatta alla coltura in vaso, alla semina e ai trapianti. I più importanti tipi di terriccio sono:

a) Terricci di erica o di brughiera

E’ formato dalla decomposizione di Eriche, Ginestre, Felci e dalla terra che si trova nelle immediate vicinanze di queste piante: esso è completamente acido, cioè non calcareo;

b) Terricci di foglie

E’ formato dalla decomposizione di foglie morte: si trova nei boschi dove forma un denso tappeto sotto gli alberi; è particolarmente ricco di sostanze organiche, costituisce un humus eccellente, è completamente acido ed è tra i terricci migliori;

c) Terricci di castagno

E’ formato dai detriti di legno decomposti e da altre sostanze organiche: si trova al pedale dei vecchi alberi di Castagno, nei tronchi morti e nelle cavità delle ceppaie; molto leggero di peso, non ha però gran valore; era molto usato un tempo, sopratutto per la cultura di Rhododendron, Azalea e Camellia, oggi soppiantato dalla terra d’erica e torba anche perché se è difficile procurarsi questo tipo di terriccio direttamente, ancora più difficile è trovarlo in commercio;

d) Terricci di sfagno

E’ formato dal tipo di Muschio chiamato appunto sfagno, in stato di completa decomposizione; è il terriccio ideale per composti leggeri e porosi, particolarmente adatto per la coltivazione di Orchidee e di Felci;

e) Terricci di torba

E’ costituito da vecchia torba in avanzato stato di decomposizione; è estremamente leggero di peso, molto fibroso ed eccellente per la coltivazione delle piante che appartengono alla famiglia delle Ericaceae.

La torba si forma dalla decomposizione in acqua di sostanze vegetali e perciò si trova in terreni paludosi o in zone che in epoche remote erano sommerse.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Categorie Negozio